evento cosmogonico

In questo articolo di blog vorrei parlarvi di un “evento cosmogonico”.
Premetto che so poco di astronomia, a malapena so che la terra è una “pallina” blu che gira intorno al sole come terzo pianeta.
Però ho 47 anni ho esperienza e un po’ di credibilità (anche se me la sto giocando tutta).
Comincio da una cosa che comunque sia potrebbe tornare utile.
Il “principio di non interferenza” cosa correlata al “principio di indeterminazione di Heisenberg”.
Il semplice osservare un evento può interferire nell’evento stesso, questo è la summa del “rischio Heisenberg” se lo vogliamo chiamare così.
Immaginate questa inezia e sommate tutte le infinite variabili che ci sono nell’universo (infinito appunto) e potreste intuire che la non interferenza può o potrebbe essere una soluzione per evitare “complicanze poco affrontabili”.
Ora veniamo al punto. In un evento ciclico molto poco affrontabile come il passaggio di un asteroide “Il principio di non interferenza” potrebbe essere una scelta assennata, ma alla mia età posso dirvi con cognizione di causa che per noi poveri esseri mortali se una cosa “deve” succedere “succederà”, nonostante le “osservazioni” di persone come me (che siano Jedi o Jettatori :p).
La differenza è solo nel “surplus”, quindi chiediamoci quale è il nostro valore aggiunto?
Vi invito a dare un’occhiata qui: evento