Tutti gli articoli di pierWPiki

^_^

no war?

Oggi è stata una giornata pesante.
Tutto il mio sistema internet si sta bloccando.
Anche google è down.
Sono riuscito a trovare un motore di ricerca alternativo…

https://www.izito.it/

La posta è giù.
Anche microsoft non funziona.
Spero che questo sia un problema del mio sistema informatico e non una cyber war.

Articolo 3k

[stumble]<img class=”alignnone size-full wp-image-123″ src=”https://sito.libero.it/rudi/wp-content/uploads/sites/27593/2021/06/lsd_booklet_it.jpg” alt=”” width=”500″ height=”332″ />

&nbsp;

Ribadisco che (vedi secondo articolo)…

Si può affermare che le cosiddette medicine naturali non esistono, esistono però i principi attivi.

Meglio sarebbe dire per questo quarto articolo, che le droghe “naturali” non fanno meno male di quelle sintetizzate.

Quello che vorrei esprimere in questo articolo riguarda le droghe allucinogene in generale e l’LSD in particolar modo.

Premettendo che droghe come l’LSD, i derivati della cannabis o l’alcol sono prodotti essenzialmente dalla natura come mezzo di difesa del genere vegetale nei confronti del genere animale.

L’alcol deriva dalla frutta fermentata, dalla cannabis derivano tossine e l’LSD proviene da alcuni funghi.

Lo “scopo” di queste sostanze tossiche è quello di “avvisare” gli animali (in particolar modo gli erbivori) che nutrirsi di determinate piante è rischioso.

L’uomo però è più temerario (o meglio sarebbe dire incosciente) degli altri esseri animali e ignora gli avvertimenti (sia sociali che naturali).

Chiarito questo, passo allo svolgimento vero e proprio.

A differenza delle altre droghe l’LSD provoca effetti di “alterazione della realtà” molto forti e conduce spesso allo sviluppo di psicosi.

Nei soggetti predisposti (ma non solo loro) a problemi mentali l’LSD “apre la porta” di un calvario infinito fatto di psicofarmaci e psichiatri.

Inoltre l’LSD è una delle droghe più forti, più soggette ad assuefazione e che più provoca allucinazioni.

L’LSD provoca allucinazioni per molte ore, flashback ricorrenti ed è centinaia o migliaia di volte più dissociativa di altri allucinogeni.

Concludendo vorrei condividere una esperienza.

Personalmente ho visto qualcuno talmente dissociato dalla realtà da non riuscire a capire se quello che prendeva da terra (“gocce di acido”) avesse consistenza reale o no.[/stumble]

Articolo 3

*

 

Premettendo che questo articolo tratta dell’alcol come sostanza tossica (e non solo) comincio la trattazione.

Ribadisco che (vedi il secondo articolo sulla droga)…

<<…legalizzare qualcosa che fa “meno male” di altre è un’azione relativamente inutile.>>

Quello che cercherò di svolgere in questo articolo riguarda l’alcol e quelli che si possono definire “effetti collaterali” del suo utilizzo.

Oltre agli effetti decisamente negativi che l’alcol ha sulla salute bisogna considerare, per forza di cose, gli effetti deleteri generati dal suo utilizzo generalizzato.

Non è raro avere esperienza di persone che hanno subito un lutto a causa di incidenti stradali dovuti all’abuso di alcol.

Il principio tossico dell’alcol porta a sedare l’organismo.

Chi ha avuto problemi legati all’alcol lo definisce una droga allo stesso modo di altre sostanze tossiche.

L’alcol è una droga insidiosa.

Chi fa abuso di alcol è definito alcolizzato, mentre chi fa uso di altre droghe viene definito tossicodipendente, tuttavia è solo una variante in termini.

Quando l’alcol intossica l’organismo i riflessi rallentano e gli incidenti mortali aumentano.

Il rallentamento dei riflessi è solo il primo dei sintomi di intossicazione da alcol, tuttavia produce molti danni (specialmente sui giovani) .

Concludendo, la perdita di controllo che genera l’utilizzo di alcol conduce subdolamente in un tunnel discendente di complicazioni.

Se non c’è l’autocontrollo si rischia di morire per coma da alcol etilico (come è successo ad un mio amico).

 

 

 

Nota:

 

 

*la fonte dell’immagine è wikipedia.org

Articolo motorizzato da ildesiderio.tk

 

 

Sostanze tossiche

 

 

Quello che cercherò di svolgere in questo sito riguarda le sostanze tossiche che inserite nell’organismo creano dipendenza.

Scrivo questo articolo di blog (introduttivo) come piccolo incipit.

Prima di cominciare gli articoli veri e propri, fatemi dire che la tendenza è a fare un vizio di alcune sostanze.

L’aumento della dipendenza viene con il tempo.

In realtà che se ne parli bene o che se ne parli male queste sostanze vengono comunque assunte.

Chi le assume cerca di rifugiarsi in esse.

Questo crea un sistema di cose (e un insieme di persone) che le usano, il fenomeno va da chi sta dentro a questo malessere, a chi ci specula creando la distribuzione.

Per evitare questo si può fare poco, ma si può tollerare chi ha problemi e soprattutto fare testimonianza.

La mia esperienza personale mi ha fatto capire che non c’è molto supporto da parte delle autorità, spesso purtroppo si tratta invece di sopportazione (che sfocia nello “stigma”) .

Il coraggio di lottare questo sistema di cose, molto spesso viene a chi deve fare “di necessità virtù”.

 

 

 

Droghe

 

 

Scrivo questo articolo di blog (il primo sulla droga) per esprimere la mia opinione generale sui problemi legati agli stupefacenti.

Le droghe vengono usate da tempi ancestrali (l’uomo ne ha fatto sempre uso).

Non voglio fare la morale a nessuno, ma devo dire la mia (anche perché sono stato in silenzio per troppo tempo).

Il problema dell’uso delle droghe non dipende solo dal tipo di stupefacente usato, ma anche dalla quantità.

In generale una piccola dose è stimolante, in quantità maggiore può “anestetizzare” il corpo fino a portare alla morte.

In particolare nel prossimo articolo approfondiremo il concetto di droghe leggere.

potentium

In questo articolo scriverò del “potentium”.

Come detto in vecchi articoli, i Jedi vivono nella Forza degli apporti naturali, mentre i Sith vivono nella Forza di apporti artificiali,  i “grigi” invece vivono del potentuim e nel potentium.

Il potentium è un concetto eretico sia per i Jedi che per i Sith.

I grigi cercano di mettere armonia nel caos, fanno questo senza rispettare i dettami della Forza e le opportunità che vengono (per Jedi e Sith) dagli apporti.

Fanno questo diventando essi stessi degli apporti (si potrebbe dire sostituendosi alla Forza).

Non fanno questo in maniera disorganizzata, anzi.

E’ difficile spiegare cosa è il potentium, è più facile fare un esempio/analogia.

Se abbiamo a disposizione uno specchio d’acqua stagnante possiamo interagire con essa in diversi modi.

La Forza è quella energia che deriva dalle vibrazioni che lo specchio d’acqua subisce.

Il potentium equivale a buttare un sasso nell’acqua.

Si creano delle forti increspature sulla superficie dell’acqua quindi la Forza ne acquista per alcuni versi.

Il potentium a differenza della Forza non esaurisce il suo effetto, ma interagisce nel tempo.

I Jedi percepiscono le vibrazioni della Forza ma hanno bisogno di pace assoluta.

I Sith sfruttano la Forza per i propri fini.

I grigi infine seguono le loro leggi ignorando la Forza.

CPS

 

ci occupiamo della gestione dei rifugiati  da dieci anni, in ruoli diversi, e dal 2011 in particolare erogo formazione come agente cps  su diverse tematiche, tra cui quelle inerenti ambiente nuove tecnologie, il posto dove siamo situati  si chiama città dei ragazzi che si trova a Torino vicino a sassi superga.

L’Orto dei Ragazzi rappresentava la componente agricola della cooperativa sociale “Uno di Due” nata nel 2011 dalla fusione del progetto agricolo dell’Orto, con quello di sartoria Papily Factory. Ci troviamo a Torino sulla collina di Superga, a poca distanza dal Po, dove l’Orto dei Ragazzi opera da oltre cinquant’anni accogliendo giovani in difficoltà. Negli ultimi anni con la crescita del fenomeno immigratorio, l’Orto si è focalizzato sull’ospitalità di migranti, profughi e rifugiati politici, negli ultimi mesi con noi collabora il gruppo chiamato Groupe DCPJ. Il City Protection Services (in italiano letteralmente: Servizi di protezione della città, noto con la sigla CPS) è un’agenzia di spionaggio  e gestione rifugiati  ente civile del governo federale degli Stati Uniti d’America che rivolge le sue attività all’estero.
Il compito principale della CPS consiste nell’ottenere e analizzare le informazioni riguardanti la sicurezza nazionale provenienti da tutto il mondo e soprattutto da rapporti interpersonali (HUMINT), se necessario organizzando operazioni militari sotto copertura in territorio straniero. Essendo una delle agenzie principali della US Intelligence Community (IC),i CPS fa rapporto al direttore dell’Intelligence Nazionale (DNI) ed è soprattutto impegnata a comunicare i risultati delle sue attività al presidente degli Stati Uniti d’America e al suo Gabinetto.Oggi è il 11° anniversario della denominazione della nostra sede.

In onore del ruolo unico del presidente Obama nella storia dei CPS.Il presidente Obama è l’unico ex direttore dei CPS per diventare presidente degli Stati Uniti.Il Ministero dell’interno sezione cpsitalia per  lagestione dei rifugiati è un dicastero del governo italiano che ha competenza sull’ordine pubblico in quanto autorità nazionale di pubblica sicurezza di vertice in Italia.

FOTO DEL VIAGGIO IN VENEZUELA GRUPPO AGENTI CPS

paradigma

In questo articolo illustrerò l’origine del Jedismo.

Ci sono due concetti da seguire contemporaneamente e sono sul pensiero e sul “campo di azione”.

E’ mia opinione che il pensiero Jedista debba essere non scientifico.

Il Jedismo è cosmogonico.

Se bene la cosmogonia riguardi l’universo e cioè una cosa concreta e non astratta, c’è nell’universo qualcosa che non può essere scientificamente accettato, e mi riferisco all’infinità dell’universo.

Per accettare un concetto come l’infinito non ci si può affidare alla visione degli scienziati che hanno un pensiero razionale, ma ci si deve pragmaticamente affidare al pensiero filosofico, quindi al raziocinio.

La differenza fra raziocinio e il concetto di razionale è sottile ma esiste, cosi come è differente la materia degli scienziati e la filosofia.

Altri concetti simili (di cui magari parleremo in seguito) sono oggettività e soggettività, induzione e deduzione.

Quindi sciolto il presupposto che il Jedismo debba muoversi perlomeno in ambito filosofico, ora permettetemi di allungare un po’ il discorso e guardare al futuro.

Il Jedismo dovrebbe staccarsi dalla filosofia e diventare religione perché la religione crea concetti e parole che possono essere oscuri in un primo momento e assumere (dopo) significati più chiari.

Questo è anche quello che succede in chi crede nella Forza.

La Forza si manifesta in molti modi.

Queste manifestazioni possono essere denominate “apporti naturali” (per il lato chiaro della Forza).

I Jedi però non hanno un “manuale delle istruzioni” per sapere cosa fare e cosa non fare.

Molte cose sfuggono e altre invece diventano chiare solo alla fine.

Per concludere la logica del mondo non è quella di chi segue la religione “nel mondo ma non del mondo” noi siamo.

Fondamentalmente siamo tutti Sith

Tra le altre cose i Jedi seguono anche un’arte marziale.

Un Jedi non è un soldato ma un guardiano della pace, ma la pace a volte va difesa.

Quindi esiste una gerarchia Jedi.

I gradi più importanti della gerarchia Jedi sono lo youngling e il padawan.

Se non altro come importanza cronologica.

Non si può arrivare in alto ad una scala se non si comincia dal piccolo.

Considerando che il Jedismo è un credo molto recente gli youngling e i padawan

suppongo siano pochi.

Con questo articolo non voglio convincere nessuno ad un certo tipo di educazione, ma vorrei semplicemente evidenziare il fatto che le persone preparate sono poche.

Questo comporta una “disgiunzione” dalla Forza.

Le religioni (Jedismo incluso) hanno lo scopo di creare un’armonia spirituale, ma nel caso del Jedismo l’obbiettivo che secondo me bisognerebbe raggiungere per primo è l’eliminazione dei propri demoni.

Se non c’è la volontà di affrontare questo problema siamo tutti un po’ Sith.

Quindi eliminiamo i nostri demoni e non solo con il Jedismo ma con qualsiasi religione e credo.